LETTERE 2

Lettere ricevute 2

Lettere ricevute 2

***

Buongiorno Lorenzo
Durante la pratica dello yoga a scuola, capita a volte come sottofondo la musica indiana.
Normalmente la musica non solo non mi aiuta, ma anzi mi distrae, perché è un colore, un'emozione, un filo di pensieri, quindi un allontanarsi dal "silenzio" nel quale vorrei scendere.
Ma col Bansuri è diverso.
Nulla come il flauto Bansuri (col tipico accompagnamento) ha la dote di trasportarmi verso una profonda e liberatoria calma, è come se venissi agganciato e trascinato di peso nella "concentrazione" pura, immobile. Ha l'effetto di un centro di gravità.
Ora, io non so suonare nulla, ma non so cosa darei per "entrare dentro" un Bansuri, Esserlo, vibrare con lui!

Ciao Lorenzo, ho visto la tua mail, un po' in ritardo,ti dico quanto segue:mi sono messo di inpegno, ma la nota pa non vuole saperne di uscire, non è che non arrivo con l'anulare, con un po' di pratica ci sono arrivato, ma la difficoltà che incntro è che mi si alza il dito medio, proprio non c'è verso, mi sono sforzato ma niente da fare lanota non esce. allora per proseguire eseguo la nota pa con il mignolo. lo so che è scorretto, ma non so che altro fare, il dito medio non ne vuol sapere di sare al suo posto, anche insistendo con dolori niente da fare, alla fine ho dovuto smettere. con la posizione di ripiego sono riuscito ad andare avanti con gli esercizi del video.Tu che cosa mi suggerisci? devo abbandonare il bansuri o continuare a fare il pa con il mignolo? nella speranza che prima o poi riusciro a suonare con la dideggiatura giusta.

-- Un uomo difficile, mio padre. Molto severo, rigido...non ti sto a dire i contrasti... ovviamente per lui la Musica e il mio mondo di suoni erano passatempi che non "producevano" nulla. Ora che è vecchio ed è stato "abbandonato" dalle altre figlie perfette, io mi occupo di lui completamente da sei anni....Il suo carattere forte ancora è vivace.
Non voglio annoiarti con la storia della mia famiglia, no no!
Ma poco fa, mentre suonavo Nat bhairaw, il mio coriaceo padre è salito da me senza che me ne accorgessi. Quando ho riaperto gli occhi, distratta da un rumore....me lo sono
trovato davanti, sulle sue gambe traballanti. Il volto coperto di lacrime.
La vita è bella con le sue sorprese.
E con il Bansuri nella mia vita, ancora di più...Mi sento immensamente ricca e mai sola.

Ciao Lorenzo,
Mi sono reso conto che le mie dita lunghe e sottili non sono sempre un vantaggio per suonare il Bansuri che mi hai inviato. Ma non fraintendere, non voglio restituirlo. I fori sono di dimensioni piuttosto grandi. Non lo avevo considerato. Credevo, sbagliando, che con l'estensione delle dita piuttosto larghe, che spesso mantengo sul basso elettrico, o sulla tastiera, non avrei avuto problemi su uno strumento così grande per dimensioni come il Bansuri in E.

Invece la diteggiatura particolare del Bansuri è completamente diversa, impone come tu stesso spieghi, che devono essere usate le 2nd falangi delle prime due dita, e le 1st falangi delle 3th dita, e ciò rende il tutto abbastanza difficoltoso, e a momenti molto doloroso. Sto cercando di concentrarmi sulla diteggiatura più che posso e mi sto sforzando di mantenere l'impostazione delle dita come viene mostrata nel tuo video, anche se fa male sopratutto con Il Bansuri in E. Mi dovrò concentrare molto sul Bansuri in A per i prossimi mesi credo. Quando l'ho visto la prima volta ho pensato che mi avessi spedito un bidone. No, poi l'ho subito sentito mio, e sono rimasto ore a osservarlo e studiarlo come lo avevi costruito, il colore, le venature del legno.

Lo dico sinceramente, mi piace tantissimo come suona, e mi piace anche il profumo che emanano questi legni. Lo sento veramente mio come strumento, e poi è il mio primo Bansuri, il che lo rende ancora più speciale. Il Bansuri in E è davvero bellissimo ma come ti ho detto, per adesso mi spezza i tendini. Aspiro a suonarlo al meglio che posso per i prossimi mesi, ma non di certo potrò farlo subito. Faccio memoria del suggerimento che mi avevi dato, quando mi hai detto che si comincia con un Bansuri La, poi si passa a un Sol, poi un Fa, e infine il Mi. Nei prossimi mesi intendo aquistare gli altri due bansuri, in Sol e in Fa, per adesso continuo a esercitarmi con gioia sul mio meraviglioso Bansuri in A, e a spezzarmi i tendini su quello in E :)


Caro Lorenzo, è da un po' di giorni che dopo aver suonato ho un'incontenibile voglia di scriverti. ogni volta mi trattengo perchè mi sento e mi vedo come quei cani che quando vengono sciolti corrono, corrono felici con la lingua fuori e le orecchie che danzano nell'aria.
Ho reso l'idea??? :-)...
Alla fine,l'euforia ha lasciato posto a qualcos'altro e così, anche se sono ancora in allegra confusione, ti scrivo.
Qualcosa ha cominciato a muoversi a gropparello, tutta quella tecnica mi ha fatto un gran bene, muovevo le dita e non pensavo. Anche il canto è stato decisivo. In realtà, come sempre accade con te, quando tu suoni, a noi allievi trasmetti un sacco di informazioni che magari si vanno a
depositare in aree remote del nostro cervello...ma poi affiorano.
Almeno così accade a me. Mi pare di cominciare a provare un piacere che non conoscevo nel suonare e capire cosa sto suonando, è un inizio, solo un inizio. Ma nonc'è fretta.
Poi...c'è la novità: percepisco che qualcosa si muove sulla sommità della mia testa quando suono.
con gli occhi chiusi vedo fili luminosi a cui "agganciare" i suoni. e.... insomma...Gioco....suono.... e scivolo senza paura altrove. da qui è nata l'euforia.

In mezzo alle diverse difficoltà che sto affrontando c'è il bansuri che mi insegna ad evolvere.E' straordinario, sono molto fortunata.

Volevo scriverti...e dopo tutte queste parole ho capito anche perchè. Per ringraziarti. Sono profondamente felice di averti incontrato e ti ringrazio per avere portato il bansuri nella mia vita.
Se non prima, ci vediamo senz'altro a gropparello per ottobre.
Buon lavoro e un abbraccio.

-- Da qualche mese ho iniziato il percorso di studio di questo strumento, il Bansuri.

Difficile per chi, come me, non conosce assolutamente la musica e nessuno strumento. Senza contare che i Raga indiani sono musicalmente lontani dal nostro orecchio, o perlomeno dal mio.

E' affascinante, centrare il SA (la nota principale dello strumento) seduti in padmasana o in siddhasana con la schiena eretta è una esperienza di centratura mica da ridere. E' una forma di meditazione.

Inoltre il bansuri non mente. Se suoni male, suona male, se suoni bene suona bene, se suoni malissimo non suona proprio.

Grazie per l'incoraggiamento...si...piano piano i tasselli ritmici
cominciano ad andare a posto. sto ascoltando molte composizioni del tuo Maestro e di Hariprasad Chaurasia, oltre a quelle che ci hai passato tu, trovo tanto materiale su youtube.  

E' stato proprio l'ascolto musicale che mi ha messo in crisi, cogliere la bellezza di un fraseggio mi stordisce...ascolto gli stessi brani e ogni volta scopro nuova musica che mi toglie il fiato, rido piango...mi arrabbio.mi purifico.
Questa musica riesce a farmi sentire piccola piccola innanzi all'universo...

Il 14 marzo 2013 17:06, angela ha scritto:

Ciao Lorenzo, come dicevi tu domenica scorsa, ci vogliono diverse vite dedicate alla Musica...
Sono un po' in crisi: consapevole di essere solo una principiante soffro perchè sono arrivata troppo tardi a conoscere il bansuri e quel che si porta dietro.
Non so niente della Musica Indiana, sono appena arrivata e per questa vita mi devo accontentare del nulla che sono, del poco che riuscirò ad assimilare.
Nonostante questo momento di depressione musicale, cerco di praticare, arranco, con la mano che risponde ad intermittenza.
Che fatica suonare con la tabla, faccio resistenza, è più forte di me.
E' inesorabile e non perdona, la lucetta rossa del sam mi ossessiona.
Ma talvolta mi distraggo e il mio cuore pulsa con gioia e senza fatica insieme al ritmo della macchinetta, pace e ordine. Tutto va a posto, è una sensazione unica.
Ma appena me ne rendo conto paf! Inciampo nel Sam, rotolo nel Kali.
Senza contare che mi rimbomba il cervello.
vabbè...
Il concerto è stato molto bello. Mi è piaciuto moltissimo il secondo Raga.
I partecipanti del corso non li ho più sentiti, speriamo...
Grazie e a presto. Angela

Il giorno ven, 15/03/2013 alle 22.21 +0100, Lorenzo Squillari ha scritto:
su dai è solo un gioco
vedrai che appena ti ci abitui ti spingerai su su su
se volete vengo a savona il pomeriggio di domenica 24 marzo
battiamo finche è caldo
ciao saluti dall'ostello
lorenzo
grazie dei bellissimio fiori e della tua dedizione

19 aprile 2013

Il bansuri e arrivato, e ti faccio i complimenti!!!! Era quello che mi aspettavo.Sono molto soddisfatto e come dici te e una vera scultura.Addirittura anche se è uno strumento con una storia molto antica io lo vedo per me molto moderno.

Ho cominciato a seguire le tue indicazioni sul filmato e devo dire che la scala bene o male sono già riuscito ad eseguirla( molto lentamente ).
Ho provato ad ascoltare ed ascoltarmi cercando di eseguire la nota tonica, e per il momento sono riuscito a suonarla per 14 secondi accorgendomi che da un certo punto ho provato una sensazione come se io stesso fossi spettatore.
Fammi avere le coordinate per poterti pagare.
Farò il possibile per venirti a trovare a Milano.
Grazie ancora per la tua gentilezza e passione.

garden7 maggio 2013

Ciao

Sto scoprendo un mondo.
Mi piace, mi piace tanto.

Ieri mentre meditavo ho compreso tutto il dolore per aver lasciato il mio lavoro di musicista...dovevo arrivare a tenere in mano un bansuri. È più di uno strumento. È un cammino.

Vedremo, ora resto legger

Gentilissimo Lorenzo, sto procedendo con calma un pochino tutti i giorni... al momento ho trovato (=riesco a riprodurre approssimativamente) le note SA GA RE MA, mentre fatico ancora con le tre più alte, devo capire bene come soffiare. Non è affatto facile... oltretutto ho una certa difficoltà a raggiungere l'ultimo foro con l'anulare della mano destra (ho le mani abbastanza piccole), ma presumo si tratti di una questione di apertura delle dita, già dopo un paio di giorni mi sembra di avere un controllo un pelo migliore.

 

 

 

Caro Lorenzo grazie per averci donato la tua presenza, oggi mentre intonavo il ma, con la voce, ho sentito vibrare il mio corpo in piena libertà come suona il bansuri quando si riesce a fare una nota piena. 
Ciao 
 Edoardo

 

 

Bellissimo, mi piace molto perfino l'odore che esce dai buchi.. stamattina l'ho suonato dalle sette alle nove seduta su uno scoglio con il mio gattino è stato magico, certo sono ancora all'inizio ma vedo già dei piccoli miglioramenti, provo le singole note e cerco di emettere un suono più lungo.. ma anche se fumo poco mi sa che dovrò ridurre ancora di più perché ci vuole fiato e tanto.. grazie ancora per l'amore che ci metti, ti aggiorno presto baciuzzi

 

 

 

 

 

Ok!
Tienimi comunque aggiornata appena definisci il luogo!
Io ho "suonicchiato" un po' in questo periodo, cercando di lavorare sull'allungamento della quarta falange. Devo dire che il lavoro sull'allungamento delle dita non è per niente male e porta buoni frutti anche sul pianoforte!! Diciamo che per ora mi sono limitata a suoni lunghi e impostazioni dita... niente di che, ma pazienza! ;-)
Ho anche notato che, sul bansuri che sto usando, non riesco a suonare intonata a 440 Hz (devo ruotarlo troppo per beccare la nota precisa). Ma la cosa interessante è che mi sono resa conto che questo bansuri è invece praticamente perfetto a 432 Hz! Il che non è poi così male, visto che la musica a 432 ha ricominciato ad andare particolarmente "di moda", specialmente negli ambienti "meditativi" o legati alle discipline olistiche e di guarigione spirituale... quest'estate per esempio ci hanno chiesto di suonare l'arpa durante una seduta di meditazione e volevano l'accordatura a 432Hz.
Non so se è un bene o un male, comunque per il momento sto praticamente suonando il bansuri a questa frequenza, che gli calza a pennello...

 

 

 

bodleianCiao Lorenzo,
il rapporto col bansuri è un misto di fascino e conflitto. Lo suono, lo poso sconfortato, lo riprendo per poi posarlo nuovamente. Sto cercando di creare un emissione di fiato omogenea. Mi esercito su una sola nota. Non ho trovato la registrazioni della tampura sul tuo sito (puoi linkarmele?), ne sto usando alcune trovate su youtube. Non riesco a capire perchè il la spesso risulta calante, sbaglio in cosa (posizione bocca? dita? diaframma?). Insomma, ascolto con invidia tutte le registrazioni di Bansuri ed ho quell'odioso ricordo di te che prendi in mano lo stesso strumento facendolo suonare a meraviglia. Sarebbe stato meglio poter dare la colpa al flauto pensando fosse difettoso :-) Cmq potrebbe anche conquistarmi, ancora è un rapporto tutto da definire. Considera che è il mio primo strumento a fiato. La lezione è stata bellissima, e tu sei una guida fantastica. Spero che in futuro si presentino altre occasioni per condividere del tempo insieme. Comunque non appena concludo il primo sodalizio con lo strumento ti chiederò quello in sol. Nel frattempo ti mando Un abbraccio.

http://ilviaggioasud.blogspot.it/

 

 

 

garden6ho visto i 7 minuti che hai messo sul sito e ti faccio i miei complimenti sono veramente bellissimi 
e sopratutto importantissimi
questo è il vero viaggio al sud che dovrebbero fare girare nelle sale 
non quelle stupidaggini colossali che ci propinano
se puoi vediti con Govinda cosi si fa chiamare Andrea e ti dara una mano col suono
se verrai ancora a milano sei mio ospite gratis
 
e ora suona ed esplora lo strumento
la giusta intonazione la trovi roteando di pochisssimo l'imboccatura
i file di tampura sono sul sito
scrivimi per qualsiasi cosa
ciao grazie
 
piumeHo 17 anni e da qualche mese vorrei ottenere un flauto in bamboo, ho così scoperto il suo sito 
Questi flauti mi interessano molto per l'uso spirituale; devo imparare da 0 ma non sarà troppo difficile. Sarebbe bello portarlo da qualche parte come in collina, in un parco, al lago, in mezzo alla natura...

 

 
 
 
 
 
 
 
 

8fb87fb2bIl flauto mi è arrivato ieri mattina, STUPENDO!

Già solo facendo note lunghe entro in uno "stato meditativo" e terapeutico per il corpo e la mente.

Ogni giorno mi darò al flauto, voglio davvero imparare a suonare.

Credo sia utile per i cosiddetti chackra e sento che battito cardiaco e pressione sanguinea entrano in funzionamento ottimale; provo benessere generale dal corpo alla mente, che si riequilibra ed è proprio una meditazione.

Sarebbe bello diffondere soprattutto tra i giovani "conoscienze spirituali" e strumenti come questo!

Bellissimo il video di istruzioni!